Ernestina Cornacchia è una volontaria laica italiana, originaria di Mantova, che dopo aver lavorato circa 15 anni nella favela da lei battezzata “Bairro da Paz”, a Salvador e dove abitano circa 40.000 abitanti – favela molto povera e violenta, i cui abitanti sino a poco tempo fa vivevano senza impianti di luce, né acqua corrente – da qualche anno si è posta un altro traguardo.

Dopo essere riuscita a creare un’opera importante nel cuore del Bairro – con scuole, centri di formazione professionale, un laboratorio di medicina naturale, una radio – Ernestina ha affiancato al Bairro da Paz un’altra attività in un paese dell’interno: Santo Amaro, che nel secolo scorso è stato un fiorente centro di produzione della canna da zucchero, ma che oggi versa in condizioni molto difficili.

Da qualche anno, qui ad Acupe de Santo Amaro, Ernestina sta creando un vero e proprio centro culturale che potrà diventare il punto di riferimento per l’intera comunità.

OAF-I la sta aiutando a pagare gli stipendi per i monitori di questo centro.

dona_ernestina_01

Fai una donazione e sostieni questo progetto